Mobile a scomparsa per la TV

Nonostante i televisori siano diventati sempre più sottili e belli c’è ancora chi non ne sopporta la vista. Negli anni ’50 e ’60 esistevano i mobili TV che ospitavano al loro interno gli ingombranti apparecchi con il tubo catodico. L’apparecchio (come dicevano le nonne) era chiuso con due ante che si aprivano solo al momento di accenderlo: il telegiornale, il quiz del giovedì, lo sceneggiato in costume e carosello.

Adesso il televisore come dicevamo è molto più bello e occupa pochissimo spazio. Può anche essere appeso come un quadro. Soprattutto però è sempre acceso e quindi necessita di un’elevata visibilità e prossimità all’interno dell’ambiente domestico. Ciononostante a qualcuno continua a non piacere il fatto di aver sempre davanti uno schermo TV. Meno male, verrebbe da aggiungere!

Per soddisfare le esigenze di questi “telespettatori discreti” gli interior designer hanno attinto dal know how dei costruttori di barche e caravan per proporre una soluzione molto usata proprio in questi campi: la televisione a scomparsa.

In pratica il televisore LCD o comunque a schermo piatto viene inserito all’interno di un mobile con un motorino interno che solleva il TV e lo fa uscire in verticale dal mobile. Ovviamente è una soluzione pratica ed elegante che non si presta a chi tiene il TV sempre acceso.

 

 

2 commenti su "Mobile a scomparsa per la TV"

    ilaria scrive:

    Argomento molto interessante soprattutto in case piccole
    Qualcuno saprebbe dirmi dove si possono trovare?
    Casa produttrice?
    Qualche sito visionabile?
    avevo anche un modello di Ikea che però nn si trova +
    soprattutto con stile moderno e non supercostoso.
    Grazie.